Contenuto principale

Charmant di Cesarini Sforza

La stella che mancava nell'universo degli spumanti trentini di qualità, ora c'è: è Charmant di Cesarini Sforza, un vino-spumante ricco di note aromatiche vive, dal profumo fresco e suadente, delicatamente fruttato, con ricordi di mela e di pesca. Charmant è ottenuto dalle migliori uve Chardonnay del Trentino, cui sono state aggiunte piccole quantità, sapientemente misurate, di pregiate varietà della regione. Queste caratteristiche donano a Charmant la grande morbidezza che il suo nome promette, pur consentendogli di mantenere una struttura importante.
Il ciclo di spumantizzazione è volutamente breve, assolutamente originale ed innovativo: all'origine della grande morbidezza e della eccezionale carica aromatica del prodotto. Charmant si presenta nella sua nuovissima formula esclusiva e rivela quella straordinaria piacevolezza che conquisterà il pubblico più giovane e moderno, e soddisferà anche i palati più esperti. Il suo patrimonio aromatico-gustativo gli consentirà di accostarsi alle più svariate specialità gastronomiche e ne farà il compagno ideale della tavola dei più raffinati gourmet.

SEGNI PARTICOLARI

-MINICAPSULA BLU OPACO CON COLLARETTA
-PRODOTTO PIACEVOLE,
-
MORBIDO MA STRUTTURATO,
-DA GODERE A TUTTO PASTO,
-NOME DI PRODOTTO SUGGESTIVO E INTRIGANTE
-
"THE ADVANCED METHOD" METODO ESCLUSIVO
-
FORTEMENTE INNOVATIVO
-
BOTTIGLIA DALLA FORMA PARTICOLARE PER UN VINO SPUMANTE,
-
SPUMANTIZZAZIONE CALIBRATA PER OTTENERE UN PERLAGE MORBIDO E VELLUTATO
-
INDICAZIONE DELLE UVE-BASE CHARDONNAY DEL TRENTINO

 

IL PUNTO DI AQL

Il vino bianco, è ritenuto di per se prodotto difficile da creare, per garantirsi, oltre che il successo sul mercato, anche una valida conquista del gusto di una fascia, quanto più ampia possibile, di consumatori, con una variegata composizione, nel senso dell'età, della ragione socio-economica (che vorrebbe poi dire con un potere di spesa il più ampio possibile), con differente cultura specifica sul bere quotidiano, o sul bere impegnato con prodotti di gamma. Il mestiere di fare vini bianchi, di buona o ottima qualità, lo sanno alcune categorie di vignaioli, è appannaggio dei cosiddetti 'bianchisti', così definiti, perché esperti nel far vini bianchi buoni, ma anche ottimi.
Se è difficile ottenere dei bianchi, che possano diventare protagonisti nello scenario del bere di qualità, tanto più difficile è proporre dei bianchi mossi (le classiche bollicine) con riferimento allo Champagne, agli spumanti ottenuti con il metodo classico della rifermentazione in bottiglia, o semplicemente ai vini spumanti ottenuti con altri metodi come gli charmat, che poi sul mercato siano competitivi con un ottimo rapporto qualità/prezzo.
S
i sa che lo scenario degli 'spumantini' da due soldi, specie in coincidenza con le festività, o i periodi,  ricordati con il popolare 'botto', che nel tempo si era andato allargando sempre più, da tempo,a causa della qualità decisamente bassa, ha convinto sempre meno, deludendo anche gli sprovveduti bevitori di fine anno. Le 'bollicine' di buona e ottima qualità, assumono, quindi, un ruolo importante nel mercato dei consumi di vini mossi, e si preparano a diventare riferimento affidabile e determinante, specie per il consumo anche quotidiano nel fuori casa, serviti come aperitivo, o, cosa più interessante, da accompagnare con soave leggerezza e soprattutto con piacevole gusto, un intero pasto.A proposito di vini 'mossi' di ottima beva, e soprattutto piacevoli, diventa una ovvietà assegnare al Trentino il ruolo di patria indiscussa per fornire materia prima nobile e nobilitante come lo Chardonnay e altre uve classiche che si prestano ad essere sue partner in un accorto uvaggio. Scontati questi presupposti, nell'universo degli spumanti trentini di qualità ora si affaccia sempre più prepotentemente un 'classico' trentino. Si tratta di un tipico e affidabile spumante ottenuto con una variante del Metodo Cesarini Sforza, diventando alfiere di una nuova stagione del bere fresco, ricco di note aromatiche e con un delicato piacevole fruttato che ricorda la mela e la pesca.
Valutatane, in sede di degustazioni ripetute, le intime qualità organolettiche non presuntuose né tantomeno difficili da interpretare, lo spumante ottenuto con una variante del Metodo Cesarini Sforza, metodo questo che firma lo spumante Brut ritenuto uno dei migliori spumanti italiani. Charmant pur non sognandosi di competere con i grandi cru della Champagne, o alcuni cru di casa nostra, si può indicare come l'antesignano del bere moderno valido in tante occasioni, per più modi, luoghi e momenti di consumo, regalando piacevolezze gratificanti con un'elevata digeribilità e freschezza.
Ideale, soprattutto per i consumatori più giovani, sia che si tratti di neofiti, sia di bevitori già esperti ed esigenti. Tutti troveranno in questo 'campione' di freschezza, di soavità e di morbidezza, un 'compagno' per tante bevute. Vi scopriranno perfetti equilibri sensoriali di facile accesso e di elevata gratificazione per il quotidiano piacere di bere vino, sia per solitarie degustazioni, sia da accompagnare al pasto di lavoro, di svago o anche socializzante. Bollicine firmate Cesarini Sforza, l'azienda che ha ricercato con competenza e molto mestiere il giusto equilibrio per soddisfare una fascia di consumatori esigenti ma a loro volta 'equilibrati'.
Se 'semel in anno licet...' avvicinarsi a vini più 'importanti', costosi, e spesso rari, per tutti i giorni o quasi, un calice di Charmant Cesarini Sforza si concilia con il bere moderno, fresco, giovane, soprattutto nel consumo fuoricasa (Horeca e SuperHoreca). Segmento di mercato per il quale Charmant è stato pensato...e di conseguenza 'RISERVATO'.