Contenuto principale

UN ALTRO TRAGUARDO DEL GRUPPO LA-VIS

 Noi, come Redazione OIFB, siamo abituati, nella nostra  attività di registratori di avvenimenti, a dover redigere notizie sempre più interessanti che riguardano il Gruppo La-Vis. Questa stupenda realtà aziendale che, di là dei numeri, e degli impegni quotidiani che deve affrontare e risolvere ad ogni stagione, cerca di essere sempre all’avanguardia, non solo, come dicevamo con i numeri ma soprattutto nel perseguire il massimo raggiungibile nella qualità delle proposte, in fatto di vini e di relazioni verso i variegati mercati raggiunti.

 La-Vis si può vantare di aver conquistato un altro traguardo prestigioso e impegnativo: CESARINI SFORZA. Un casato quello dei Cesarini Sforza che da Parma si trasferirono due secoli fa, circa, nell’allora Principato Vescovile di Trento, tanto che  un membro della famiglia assunse come Podestà la guida della città.
In un'economia agricola come quella trentina, ambirono ad aver vigneti di riconosciute pregevolezze, dai quali poter ricavare vini preziosi, candidati ad essere in futuro, ricercati soprattutto da fasce di consumatori esigenti e raffinati. Come si legge nella sua lunga storia, andando alle pagine più recenti sappiamo che, alcuni imprenditori del settore vitivinicolo diedero vita nel 1974 all’Azienda Spumantistica Cesarini Sforza. L’obiettivo era di produrre spumanti di alta qualità in grado di affermarsi non solo tra i  consumatori trentini, ma anche sulla scena nazionale, per poi, in seguito, avventurarsi sui mercati internazionali. Di recente abbiamo registrato il successo di Aquila Reale, una prestigiosa etichetta che conoscerà successi, in fatto di bollicine di classe.
Riportiamo dalla cronaca apparsa anche su OIFB, il successo registrato durante la presentazione di questa etichetta.

Nel mese di settembre è stata presentata ufficialmente la speciale etichetta “Riserva Aquila Reale Millesimato 2001”, dal perlage unico e dal bouquet ricco di fascino, che solo le grandi riserve sanno esprimere. Ottenuta esclusivamente da uve Chardonnay emblema del territorio trentino, provenienti interamente dall’antico Maso Sette Fontane in Valle di Cembra, un terreno a 500 metri s.l.m, esposto a ovest e vocato fin dal 1734 alla produzione di uve pregiate.  Questa Riserva di rarissima raffinatezza ed eleganza è ideale per suggellare i momenti importanti, per un dono significativo, per occasioni uniche.
Con il carattere fiero delle sue origini trentine, così inconfondibile al palato, Aquila Reale accompagna armoniosamente, esaltandole, anche le ricette dei più raffinati gourmet
."

Per leggere tutto sull'EVENTO clicca qui