Contenuto principale

LA VIS AL GUGGENHEIM DI VENEZIA CANTA

E’ Venezia la città prescelta per la celebrazione nazionale dei 20 anni della collezione Ritratti, i vini di punta di Cantina La Vis. Occasione: la nuova membership ad Intrapresae siglata nel 2008 tra il Gruppo guidato dalla cooperativa lavisana e i Musei Guggenheim che a Venezia hanno una storica sede proprio sul Canal Grande.
Sono oltre 150 gli ospiti di riguardo che interverranno alla serata a rappresentare il mondo della stampa, la comunicazione, la ristorazione e quello commerciale che gravita attorno alle diverse aziende del Gruppo La-Vis. Un occasione unica ed irripetibile per questo evento che ha conosciuto nel 2008 diversi appuntamenti di grande visibilità coinvolgendo tutti gli anelli della filiera produttiva ma pure commerciale, per la promozione di questi vini.

Nel corso della serata sarà presentato l’ultimo nato di questa rinomata linea di prodotti: il Müller Thurgau, un simbolo delle produzioni trentine e che proprio in Valle di Cembra sembra riuscire oggi ad esprimersi al meglio. Un prodotto che non parla più solo italiano, ma è invece destinato (e già avviato) a conquistare spazio internazionale.

  Venezia in questi giorni, forse più del solito, è capitale di cultura. Oltre ai numerosissimi musei presenti nella città lagunare, domina le scene la Rassegna del Cinema al Lido ma pure la tradizionale Regata Storica che fanno sì che la città sia particolarmente affollata da ogni tipo di visitatore.
Anche per questo motivo Venezia è sembrato il luogo ideale per celebrare il connubio arte-vino di cui La Vis con tutto il Gruppo si è resa interprete negli anni attraverso una serie di collaborazioni con importanti istituzioni museali italiane ed estere: dal Mart di Rovereto a Berlino, da Londra a New York…

“ Intrapresae Guggenheim rappresenta quanto di meglio potevamo trovare per trasferire la forza delle nostre scelte e supportare l’attività commerciale negli oltre 50 Paesi in cui siamo distribuiti – commenta Roberto Giacomoni Presidente del Gruppo – L’arte si è dimostrata un importante veicolo per raggiungere alcuni segmenti di clientela che hanno dimostrato di apprezzare questo connubio. La nostra vicinanza a questo mondo ci pare esprima al meglio la filosofia produttiva che ci contraddistingue, attenta a valorizzare l’opera di ingegno e lavoro dell’uomo molto spesso impegnata in territori difficili come sono quelli del Trentino: il nostro essere cooperativa ce lo impone.”
Non si poteva celebrare Ritratti senza ricordare l’artista Giovanni Segantini che presta alle etichette dei rinomati vini altrettanti suoi importanti dipinti. Anche di Segantini ricorre una data significativa (150° dalla nascita) che in coincidenza di altre ricorrenze importanti, il già ricordato 20° dei vini Ritratti, il 60° dell’azienda ma  anche i 60 anni di Peggy a Venezia, veste l’appuntamento di giovedì 4 settembre di rinnovato clamore.

Per l’occasione  e per introdurre la nuova etichetta che vestirà il Müller Thurgau interverrà alla serata il dott. Paolo Serafini, critico  opinionista e consulente del Museo per quanto attiene l’opera del pittore di Arco.
Significativa ancora la premiazione a due Ristoranti ed un Enoteca che si sono distinte nella organizzazione e proposta culinaria relativa, in occasione della giornata dedicata ai bianchi Ritratti (Ritratti Day) lo scorso giugno e che lancerà i nuovi appuntamenti già presenti in calendario:
a novembre una nuova giornata “Italia tutta” dedicata questa volta ai rossi della linea Ritratti, e poi  sempre a novembre un nuovo appuntamento sempre in collaborazione col Guggenheim però a New York per parlare ancora di Ritratti, questa volta in chiave USA.

Buon compleanno Ritratti e…un brindisi a nuovi successi!

COLLEZIONE PEGGY GUGGENHEIME LA CORPORATE MEMBERSHIP INTRAPRESAE

La Collezione Peggy Guggenheim è un museo di arte moderna del XX secolo creato dall’ereditiera americana Peggy Guggenheim (1898–1979). Peggy Guggenheim acquisì la maggior parte delle opere che fanno parte della collezione tra il 1938 e il 1947, in Europa e a New York. Nel 1942 aprì la galleria-museo Art of This Century a New York, dove espose la propria collezione di arte dell’avanguardia europea e organizzò mostre dedicate a giovani artisti americani, quali Robert Motherwell, William Baziotes, Clyfford Still e Jackson Pollock.
Nel 1948 la collezione fu esposta alla prima Biennale di Venezia del dopoguerra. Fu allora che Peggy Guggenheim acquistò Palazzo Venier dei Leoni, un palazzo incompiuto del XVIII secolo sul Canal Grande dove avrebbe vissuto per 30 anni, e oggi sede del suo museo. La collezione, raccolta grazie ai consigli di amici, artisti e critici d’arte, quali Marcel Duchamp, Herbert Read, André Breton e Max Ernst (secondo marito di Peggy), è una delle più importanti nel suo genere a livello mondiale. Nel 1976 Peggy Guggenheim donò il palazzo e la collezione alla Fondazione Solomon R. Guggenheim di New York, che gestisce anche il Museo Solomon R. Guggenheim (New York), il Guggenheim Museum Bilbao, il Deutsche Guggenheim Berlin (congiuntamente a Deutsche Bank).

Il Patsy R. and Raymond D. Nasher Sculpture Garden della Collezione Peggy Guggenheim presenta opere della collezione permanente del museo (di artisti quali Arp, Duchamp-Villon, Ernst, Giacometti, Holzer, Minguzzi, Mirko, Merz, Moore, Takis), e sculture appartenenti ad altre fondazioni (di artisti quali Calder, Graham, Hamak, Marini, Smith).

Il museo espone inoltre ventisei dipinti della famosa Collezione Gianni Mattioli in qualità di prestito a lungo termine, inclusi alcuni leggendari capolavori del Futurismo italiano, quali Materia e Dinamismo di un ciclista di Boccioni, Manifestazione interventista di Carrà, Solidità della nebbia di Russolo, oltre ad opere di Balla, Severini (Ballerina blu), Sironi, Soffici, Rosai, Depero. La collezione comprende anche alcuni dipinti del primo Morandi e un ritratto di Modigliani.

Intrapresae Collezione Guggenehim è il primo e il più conosciuto progetto di Corporate Membership in un museo italiano (creato nel 1992). Rappresenta una partnership strategica tra un museo, la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, e un gruppo di aziende che credono nella comunicazione culturale come moderna forma di comunicazione aziendale. Le Intrapresæ sono consapevoli che legare la propria immagine non ad un singolo estemporaneo evento, ma a una importante istituzione culturale, sia una delle strategie di comunicazione corporate più efficaci ed evolute.   

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;http://www.guggenheim-venice.it">